Home > RECENSIONI > X-zylo

X-zylo

Giroscopio Volante

xzylo_idx

 

 

 

COSTRUZIONE E FUNZIONAMENTO

In apparenza sembra un giocattolo semplice da costruire, ma i materiali usati e il bilanciamento dei pesi, sono frutto di complesse ricerche. Questo oggetto volante poco più grande del palmo di una mano, è capace di volteggiare a grande distanza senza particolari sforzi. Il suo inventore, Mark Forti, ha realizzato un ibrido tra un giroscopio e un aereo. La parte anteriore (la testa) è appesantita da un anello rigido che si comporta da giroscopio. La parte posteriore (la coda) ha una forma ondulata e sfrutta l’aerodinamica come un’ala di aereo. Quando viene lanciato, X-zyLo ruota e si avvita nell’aria mantenendo a lungo la direzione e l’altezza dal suolo, anche in presenza di vento.

LA FISICA DI X-ZYLO

Il profilo ondulato delle alette di X-zyLo ha un comportamento simile alla doppia ala di un biplano. Quando si muove in avanti, tra le due superfici inferiore e superiore si genera portanza aerodinamica. La portanza è una forza che si oppone alla forza di gravità e nasce dalla differenza di velocità con cui le particelle d’aria attraversano il profilo di un’ala. L’ala è sagomata in modo da costringere ad un doppio percorso l’aria incidente: occorre un tragitto più lungo per attraversare la parte superiore (il dorso) rispetto a quella inferiore (il ventre). Per incontrarsi alla fine dell’ala le particelle d’aria che viaggiano sul dorso dovranno essere più veloci di quelle che viaggiano sul ventre. In base al principio di Bernoulli, a velocità maggiore corrisponde pressione minore. Quindi, la parte superiore dell’ala (velocità maggiore) avrà una pressione minore rispetto alla parte inferiore (velocità minore). L’ala verrà risucchiata e riuscirà a salire.

Ma come fa ad essere così stabile il volo del nostro X-zyLo? La risposta è data dalla rotazione del cilindro, che lo rende simile ad un giroscopio. Provate ad afferrare una ruota di bicicletta dal suo mozzo (asse di rotazione), fatela girare e provate a muoverla nello spazio. Vedrete che oppone una forza notevole a qualsiasi spostamento dell’asse di rotazione. La ruota di bicicletta è un giroscopio, come qualsiasi oggetto dotato di una simmetria geometrica e di massa, posto in rapida rotazione. L’effetto giroscopico è ampiamente usato nei velivoli, per aumentare la stabilità di volo e mantenere le traiettorie.

 

COME SI LANCIA

Per un’americano lanciare X-zyLo è molto semplice. Si usa la stessa tecnica di lancio della palla da Football Americano o da Rugby. Un movimento coordinato di rotazione e spinta in avanti, tanto più efficace quanto più è fluido. Per noi “calciofili” questa tecnica di lancio richiede qualche minuto di pratica, ma il divertimento di vedere partire il cilindro volante ha un grande potere di persuasione.

E’ importante rispettare la direzione di lancio del cilindro, indicata da una freccia. La parte liscia (giroscopio) deve andare in avanti, la parte ondulata (ala) deve stare dietro. La regola di base è di imprimere una rotazione adeguata mentre si muove in avanti il braccio; più è veloce la rotazione più è stabile il volo. In questa azione ci si può aiutare muovendo in avanti il corpo, per bilanciare il lancio. Anche i mancini possono lanciare X-zylo senza problemi, l’importante è rispettare sempre l’orientamento testa-coda, il verso di rotazione non conta.

Gli errori più comuni sono dovuti all’inclinazione verso il basso o verso l’alto, che accorcia la distanza percorsa, oppure alla curvatura eccessiva verso destra o sinistra. I primi lanci tendono verso destra (verso sinistra per i mancini) e verso l’alto, ma quasi subito si riesce a controllare il tiro. La rotazione si imprime con un movimento rapido del polso. Dopo alcuni lanci “violenti” al suolo, il movimento diventa spontaneo.

 

COME SI RICEVE

Il bello del gioco è passarsi X-zyLo tra due o più persone. La ricezione è semplice perchè il cilindro scende dolcemente fino a posarsi, curvando leggermente al termine della corsa. Si può afferrare dalla testa, dal bordo, infilare la mano nel “tunnel” che ruota o inventare prese acrobatiche. Nei primi lanci conviene usare la poco elegante presa a due mani, per valutare meglio l’impatto e la curvatura.

RESISTENZA E SICUREZZA

X-zyLo è realizzato in plastica, pesa solo 25 grammi, ma la sua struttura flessibile lo rende molto resistente. Tollera bene le cadute, ma per i primi tempi vi consiglio di non usarlo sull’asfalto. L’ideale è un prato, o un campo di gioco in terra battuta. Quando sarete provetti lanciatori e ricevitori, potrete usarlo ovunque, con una piccola avvertenza: non giocate in luoghi trafficati o affollati, per evitare spiacevoli incidenti.

GIOCHIAMO!

Guardare il volo di X-zyLo mi affascina. La sua eleganza sembra sfidare gli elementi, mentre rotea lontano. Ma è nelle mani dei ragazzi che questo gioco esprime tutta la sua energia. Si possono organizzare gare di lancio, partite a squadre, tiro al bersaglio. Liberiamo la fantasia senza pensare alle leggi della fisica, giochiamo!

Ringrazio Nicoshop per il campione di test e vi rimando al link diretto per X-zyLo: http://www.nicoshop.it/cat073.html

 

Translation


Cerca nel Blog

Loading
  1. Nessun commento ancora...
  1. Nessun trackback ancora...