Home > RECENSIONI > Kestrel 4000

Kestrel 4000

Stazione Meteo Tascabile

index01_sm

 

La misura dei parametri atmosferici è importante per numerose attività umane, non solo legate alle previsioni del tempo. Per esempio, l’umidità dell’aria influisce sulla percezione di caldo e freddo in modo rilevante. Non a caso nelle estati torride si parla di temperatura percepita che in genere risulta superiore alla temperatura del termometro.

Ma l’esplorazione dell’atmosfera serve anche per svolgere al meglio operazioni di salvataggio e soccorso, per prevenire problemi di salute, per progettare centrali eoliche, nell’agricoltura, ecc. Forse non tutti sanno che il fiuto dei cani antimina (usati per rilevare ordigni esplosivi) è influenzato dalla temperatura dell’aria e dalla velocità del vento. Se fa troppo freddo o troppo caldo, o se c’è troppo vento, le ricerche sono poco precise.

La Nielsen Kellerman, azienda leader mondiale per la produzione di strumenti di misura impermeabili, ha concentrato nel palmo della mano tutto ciò che serve per conoscere e studiare l’atmosfera. Vediamo da vicino la stazione meteo tascabile…

 

USO E FUNZIONAMENTO

Il Kestrel 4000 viene venduto in un box di plastica trasparente. Al suo interno la documentazione tecnica, una comoda custodia in stoffa, due laccetti per agganciare il dispositivo al polso, le due pile alcaline di tipo AAA (ministilo).
Le pile si inseriscono in un vano a tenuta stagna, protetto da una guarnizione; le polarità sono chiaramente indicate sul coperchio.

Il pulsante di acceso/spento deve essere premuto per un paio di secondi per evitare azionamenti accidentali.
La prima cosa da fare è impostare data e ora. In questo modo tutte le misure effettuate sono agganciate al tempo esatto.
Le varie funzioni di misura e la taratura del barometro sono gestite dai pulsanti di navigazione e indicate in forma chiara
e comprensibile. I menu sono disponibili in diverse lingue, tra cui l’italiano. Il display LCD è retroilluminato, con il contrasto regolabile, ben visibile in ogni condizione di luce.
Per ogni funzione si possono avere diverse visualizzazioni, tra cui un grafico che mostra l’andamento della misura nel tempo. I grafici delle misure sono di grande importanza per valutare la tendenza dei valori meteo. Il Kestrel 4000 memorizza i valori di tutte le misure, anche quando è spento: si può programmare l’intervallo tra una misura e l’altra, normalmente impostato su 1 ora. La funzione “snapshot” permette di memorizzare a mano il valore corrente, in modo indipendente dall’automatismo. I grafici sono navigabili e forniscono indicazioni su data e ora di misura. Tutti i valori in memoria possono essere trasferiti su PC, con l’apposita interfaccia opzionale, come descritto in seguito.
I sensori di temperatura, umidità e pressione, hanno una posizione studiata per non essere influenzati da calore e umidità prodotti dall’utente. L’anemometro, la parte più delicata, può essere protetto da un cappuccio quando non viene usato. In caso di rottura, viene sostituito in modo semplicissimo, senza bisogno di attrezzi. In generale, la fattura delle parti meccaniche è di tipo militare, con materiali che non hanno bisogno di manutenzione.

La misura dell’altitudine viene ricavata dalla differenza di pressione atmosferica rispetto a un valore di riferimento.
Per questo motivo occorre azzerare il valore di altitudine quando ci si trova al livello del mare (altitudine zero).
E’ anche possibile impostare l’altitudine del luogo di partenza, facendo riferimento alle cartine geografiche
o agli istituti di geofisica locali. Se si conosce con precisione la pressione atmosferica al momento della misura, si può impostare questo valore e ottenere l’altitudine in modo automatico.
La precisione di misura ottenuta con questo metodo è superiore a quella fornita dai navigatori satellitari GPS.
Non a caso gli aerei usano lo stesso
sistema adottato dal Kestrel 4000.

 

GLOSSARIO DELLE MISURE

In questa tabella sono riportati i parametri misurati dal Kestrel 4000, con una breve descrizione semplificata (mi scuso con i professionisti della meteorologia) e la loro unità di misura nel SI (Sistema Internazionale).

  • TEMPERATURA (TP): è una misura della velocità (energia cinetica) delle molecole dell’aria: più è alta e più le molecole si muovono velocemente. In pratica si tratta di un indice del calore dell’aria. L’unità di misura utilizzata è il grado centigrado (°C).
  • UMIDITA’ RELATIVA (RH): più semplicemente chiamata umidità, è un indice del grado di saturazione dell’aria; essa rappresenta la quantità (in percentuale) di vapore acqueo presente nell’aria rapportata alla massima quantità che l’aria può contenerne in quel momento.
  • PRESSIONE BAROMETRICA (BP): chiamata anche pressione atmosferica, è la forza che una colonna d’aria esercita su un’unità di superficie. Viene misurata in hPa (EctoPascal), che corrispondono ai vecchi Mb (Millibar).
  • ALTITUDINE (AT): è la misura della distanza verticale di un oggetto da un livello noto (di riferimento), chiamato livello zero. Nella maggior parte dei casi, questo livello è quello del mare (metri sul livello del mare). L’unità di misura è il metro (m).
  • VELOCITA’ VENTO (WS): il vento è lo spostamento di una massa d’aria causato dalla differenza di pressione fra due aree geografiche adiacenti. L’unità di misura adottata è il km/h o il m/s.
  • PUNTO DI RUGIADA (DP): chiamato anche “dew point”, il punto di rugiada è la temperatura (in °C) alla quale una massa d’aria umida diventerebbe satura se venisse ulteriormente raffreddata senza subire variazioni di pressione o di contenuto di vapore acqueo.
  • INDICE DI CALORE (HI): chiamato anche “heat index” rappresenta la temperatura apparente percepita dal corpo umano durante le afose giornate estive di tempo caldo ed umido. Non ha importanza durante le stagioni miti e durante l’inverno, perchè in questi casi coincide con la temperatura. Si misura in gradi centigradi (°C).
  • VENTO DI RAFFREDDAMENTO (WC): chiamato anche “wind chill”, l’indice di raffreddamento del vento rappresenta la temperatura apparente percepita dal corpo umano durante le fredde e ventose giornate invernali. Non ha importanza durante le stagioni miti e durante l’estate, perchè in questi casi coincide con la temperatura. Si misura in gradi centigradi (°C).
INTERFACCIA PER PC

L’interfaccia si presenta come un mattoncino dotato di una cavità per il Kestrel 4000. La forma del vano garantisce un accoppiamento ottimale per i trasduttori e sensori infrarossi che realizzano il trasferimento dati. Un elastico in tessuto, tiene in posizione il dispositivo in caso di montaggio verticale. Il collegamento al PC avviene con interfaccia standard RS232, per mezzo di un adattatore RS232/USB, incluso nel cavetto. I driver per Windows e MAC e il software di trasferimento e comunicazione, sono inclusi in due CD di installazione.
L’interfaccia è dotata anche di un attacco filettato per il fissaggio a un treppiede, comodissimo in caso di rilevamenti prolungati. Il treppiede si fissa a un cilindro in metallo con attacco standard di tipo fotografico.

 

INSTALLAZIONE DRIVER E SOFTWARE

Per connettere il Kestrel 4000 al computer, occorre installare i driver e il software di gestione, contenuti nei CD.
E’ importante installare prima il software per evitare errori di configurazione dovuti agli automatismi del sistema operativo.
Di seguito vediamo una installazione su sistemi Windows.

Per primo installare il CD “USB – RS232 adapter” della ditta Digitus Accessories. Appaiono due cartelle: MAC e PC. Selezionare la cartella PC e aprirla. Fare doppio clic sul file “PL-2303 Driver Installer.exe”.
Dopo aver installato il CD dell’interfaccia, installare il CD del software “Pocket Weather Tracker”. Aprire la cartella Kestrel 4000 . Selezionare la cartella PC e aprirla. Fare doppio clic sul file “KZIP1_16.exe” e scegliere una cartella di destinazione. Conviene usare una cartella creata dall’utente per evitare confusione con gli altri file temporanei. Per default viene usata la cartella dei file temporanei per l’utente corrente:
C:Documents and SettingsnomeutenteImpostazioni localiTemp
Fare doppio clic sul file “KSTRL1_16.EXE”. Viene avviata l’applicazione di gestione dell’interfaccia.

E’ importante che il numero della porta COM sia lo stesso selezionato dal software. Il software assegna COM1 per default. In genere questa porta è già assegnata ad altri dispositivi seriali. Si possono assegnare numeri da COM1 a COM4 modificando il file “Comdef.ini” contenuto nella cartella del software. Basta cancellare il numero presente e sostituirlo con il nuovo numero da 1 a 4.
Dopo avere modificato la porta occorre andare in Pannello di Controllo > Sistema > Hardware > Gestione Periferiche e selezionare nell’albero la voce Porte (COM e LPT). Fare doppio clic sulla voce Prolific USB-to-Serial… Selezionare la scheda Impostazioni della Porta e il pulsante Avanzate… Di qui dal menu a tendina Numero porta COM, selezionare COM4. Dare OK e chiudere le finestre. Riavviare il programma “KSTRL1_16.EXE”.
Il programma di trasferimento dei dati è molto semplice, ma svolge bene il proprio lavoro.
I dati estratti dal Kestrel 4000 possono essere trasferiti su PC o stampati direttamente; si possono anche modificare i parametri di calibrazione.

Il formato dati è CSV (Comma Separated Values, valori separati dalla virgola) adatto per tutti i Fogli Elettronici e Database.

CONVERSIONE E GRAFICI EXCEL

A partire dal formato CSV, si possono ordinare i dati in modo più leggibile con il programma Excel (e in generale con la maggior parte dei fogli elettronici).
Dopo avere aperto il documento CSV con Excel, si ha una colonna con tutti i dati raggruppati. Selezionare la colonna e andare al menu Dati > Testo in colonne. Dalla finestra di Conversione guidata, selezionare la voce di conversione per Dati delimitati. Proseguire e impostare come delimitatore la virgola. Al termine della procedura guidata, tutti i dati avranno una colonna assegnata.
A questo punto si possono evidenziare le singole voci e le unità di misura con la formattazione preferita.
A partire dal foglio standard Excel, si possono generare grafici per visualizzare l’andamento delle misure. A seconda del tipo di grafico possiamo mettere in evidenza aspetti specifici di una o più misure, con la massima libertà di rappresentazione.
Ovviamente i dati del foglio elettronico, possono alimentare un database relazionale, per sfruttare la potenza delle query SQL e incrociare i set dei dati.

 

GLI ALTRI PRODOTTI KESTREL

Il Kestrel 4000 fa parte di una famiglia di prodotti specializzati per un uso specifico. Per esempio il Kestrel 4100 misura il flusso di aria di un ambiente (in litri al secondo, metri cubi all’ora, ecc.) e risulta indispensabile per i progettisti di impianti per il trattamento dell’aria. Il Kestrel 1000 è uno strumento di misura del vento, compatto e resistente. Il Kestrel 2000 misura il vento e la temperatura, dell’ambiente e dell’acqua.
Gli altri modelli aggiungono parametri di misura per completare il set di dati a disposizione. Il fattore comune è la resistenza e precisione dei materiali.
La famiglia NV (Night Vision) usa il colore rosso per l’illuminazione del display. Questa caratteristica è fondamentale per chi opera di notte. Il rosso infatti non pregiudica l’adattamento dell’occhio all’oscurità e consente di leggere le misure senza rischiare di perdere i dettagli circostanti. I prodotti Night Vision sono disponibili per Kestrel 2500, 3500 e 4000.

 

CONCLUSIONI

I campi di applicazione della stazione meteo portatile Kestrel sono numerosi. Escursionisti e amanti degli sport estremi,
possono tenere sotto controllo il clima in modo efficace; progettisti degli impianti di condizionamento possiedono un perfetto
strumento di monitoraggio per garantire il comfort delle persone; atleti e allenatori possono misurare le condizioni del vento
e dei parametri atmosferici che influiscono sul risultato; agricoltori e agronomi possono ricavare utili statistiche per scegliere
la strategia ottimale nella gestione delle colture; vigili del fuoco e operatori della guardia forestale hanno uno strumento
che li avvisa sui possibili rischi di incendio e sulla direzione del fronte di fuoco; forze dell’ordine e militari possono scegliere le migliori condizioni per l’efficacia delle unità cinofile; amanti del mare e pescatori hanno un valido aiuto per controllare la pressione atmosferica; tutti gli appassionati di meteorologia possono fare le loro previsioni e controllare il microclima della propria area geografica.
Di seguito alcuni link utili:

Homepage del produttore:
http://www.nkhome.com/

Link diretto per il Kestrel 4000:
http://www.nkhome.com/ww/4000.html

Tutti gli strumenti di misura Kestrel:
http://www.nkhome.com/ww/wwindex.html

Supporto tecnico e FAQ:
http://www.nkhome.com/support/wwsupport.html

Acquisti on-line:
http://www.nkhome.com/store/home.php?cat=249

Translation


Cerca nel Blog

Loading
  1. Nessun commento ancora...
  1. Nessun trackback ancora...