Archivio

Posts Tagged ‘colore’

Solsuno Watch

28 luglio 2009 1 commento

solsuno_idx_sm

 

La genialità di questo orologio digitale, sostituisce le lancette dei normali orologi analogici con una serie di LED (Light Emetting Diode) che si muovono sul quadrante e scandiscono Ore, Minuti e Secondi.
Per leggere l’ora vale lo stesso principio degli orologi a lancette, ma la lettura è più immediata.
Non ci sono incertezze, solo la precisione della luce che illumina l’ora, il minuto e il secondo esatto.
In più, grazie all’elettronica, si possono usare gli stessi LED che mostrano l’orario, per sapere la data, il giorno della settimana, l’anno.Accanto al sistema di lettura originale, il SolSuno usa la luce e i colori per mostrare il tempo. Piccoli punti di luce si muovono in cerchio e stimolano la vista e il buon umore di chi guarda il quadrante.

Entriamo nel mondo di SolSuno…

 

VISTA DI INSIEME

L’orologio è venduto in un elegante cofanetto in pelle ecologica, con la pila già installata. Al suo interno oltre al SolSuno, il manuale di istruzioni multilingue e un foglietto che spiega come accendere il prodotto.
L’aspetto è solido, con un quadrante di generose dimensioni e la cassa in acciaio inox. Il vetro leggermente bombato e le linee arrotondate, conferiscono un aspetto un pò retrò, che fa bella figura sul polso degli uomini e delle donne. Il dorso della cassa è inciso con una mappa del mondo e l’indicazione che l’orologio è impermeabile fino a 50 metri. Il cinturino in pelle risulta molto elegante, ma sono disponibili numerosi modelli con cinturino in metallo (anche in titanio).

 

Il quadrante è suddiviso in tre anelli circolari di LED, più altri LED per gli allarmi e le segnalazioni. La zona più esterna (Anello delle Ore) contiene 12 LED, la zona intermedia (Anello dei Minuti) contiene 60 LED, la zona più interna (Anello dei Secondi) è formata da altri 60 LED suddivisi nei tre colori rosso, verde e giallo. L’anello dei minuti è marcato con una stella ogni 5 minuti, per facilitare la lettura.

Sotto il LED delle ore 12 c’è il LED che indica le ore antimeridiane (AM) o postmeridiane (PM). Una indicazione molto utile che semplifica l’impostazione di ora e allarmi.
Sopra il LED delle ore 6 ci sono i 5 LED che gestiscono gli allarmi (sono disponibili tre allarmi indipendenti), il segnale orario (un beep ogni ora) e il beep sonoro quando si premono i pulsanti.

Tutte le funzioni dell’orologio vengono controllate dai due pulsanti laterali A e B. Il Pulsante A, premuto e rilasciato, si usa per visualizzare orario e data. Se premuto per circa tre secondi, serve per programmare allarmi e segnalazioni sonore. In fase di programmazione si usa per muovere le “lancette virtuali” di ora, data e allarmi.
Il Pulsante B si usa per selezionare Ore, Minuti e Secondi in fase di programmazione e per attivare/disattivare gli allarmi e i segnali sonori. Premuto assieme al Pulsante A serve per attivare il Flickering Mode (come indicato nel seguito della recensione).
Il LED di indicazione AM/PM, si accende solo in fase di programmazione o quando viene mostrato un allarme. I LED che indicano l’attivazione di allarmi, segnale orario e tono tasti, si accendono quando viene visualizzato il giorno della settimana.

 

Accendere il prodotto la prima volta: lo Stop Mode

Per evitare sprechi di energia, l’orologio ha un sistema elettronico che disconnette la pila e i cricuiti interni, chiamato Stop Mode.
Per “svegliare” il SolSuno, occorre premere il Pulsante A e tenerlo premuto qualche secondo, finchè non sentiamo un beep
prolungato e vediamo i LED accesi. Da questo momento tutti i circuiti sono alimentati e cominciano a pulsare secondo dopo secondo.

COME FUNZIONA

Il microcomputer del SolSuno, visualizza numerosi “Schermi” di lettura. Con la pressione ripetuta del Pulsante A si selezionano i vari Schermi. Le informazioni rimangono visibili per 15 secondi. Per risparmiare energia e aumentare la durata della pila si usa il Pulsante B, che spegne tutti i LED all’istante.

ORARIO – Pemere una volta il Pulsante A per leggere l’orario. Si legge dall’esterno verso l’interno: Ore, Minuti, Secondi. I 15 secondi della visualizzazione, sono scanditi dai LED colorati.

GIORNO – Premere due volte il Pulsante A per leggere il giorno della settimana. Il giorno si legge sull’anello delle ore, nella parte destra del quadrante, in senso orario. Il Sabato corrisponde alle ore 12, il Venerdì corrisponde alle ore 6. In questa visualizzazione se sono attivi allarmi o segnali sonori, si illuminano i LED corrispondenti.

DATA – Premere tre volte il Pulsante A per leggere la data. L’anello delle ore indica l’anno, il 2000 corrisponde a ore 12, il 2006 corrisponde a ore 6. L’anello dei minuti indica il mese sulle stelle dei 5 minuti, ogni stella corrisponde a un mese, la dodicesima stella (60 minuti) è il mese di Dicembre. L’anello dei secondi indica il giorno, nella parte destra del quadrante, in senso orario. Il primo secondo corrisponde al primo giorno del mese; il trentesimo o il trentunesimo secondo, corrispondono al 30 o al 31 del mese.

ALLARMI E SEGNALI ACUSTICI – La programmazione degli allarmi e dei segnali sonori, avviene con le combinazioni dei Pulsanti A e B, come spiegato chiaramente sul manuale. Quando è impostato un allarme, premendo quattro o più volte il Pulsante A, viene visualizzato l’orario di attivazione dell’allarme. Col Pulsante B si può disattivare l’allarme visualizzato.

Chi desidera scoprire tutti i segreti delle numerose funzioni di programmazione del SolSuno, può scaricare il manuale di istruzioni in formato Acrobat, al seguente link:
http://www.solsunotime.com/downloads.htm

IL FLICKERING MODE

Una caratteristica unica che risolve il più grande limite degli orologi a LED, l’elevato assorbimento di energia. Grazie al Flickering Mode (in italiano Modalità Scintillante) i LED lampeggiano ogni secondo e restano accesi solo un istante, in modo ben visibile.

Per attivare il Flickering Mode si premono insieme i Pulsanti A e B. Per disattivarlo si premono nuovamente insieme i Pusanti A e B.

Con il Flickering Mode, l’orologio è sempre illuminato, pronto a fornire l’ora in qualsiasi momento. Questa modalità di funzionamento riduce la durata della pila, ma rappresenta una soluzione per chi ha le mani occupate e un richiamo irresistibile per chiunque guardi il SolSuno.

 

SOSTITUZIONE DELLA PILA

L’energia necessaria per accendere i 138 LED incastonati nel quadrante è fornita da una pila al Litio tipo CR2032. Questa pila a bottone da 3 Volt, eroga una corrente di 225 mAh, sufficiente per oltre un anno di funzionamento. La durata può essere aumentata se si spegne il quadrante subito dopo la lettura. Il Flickering Mode, usato 12 ore al giorno, riduce la durata complessiva a circa 10 mesi.

Per la sostituzione della pila, conviene rivolgersi a un orologiaio. La cassa del SolSuno deve essere aperta con strumenti adatti e richiusa con cura, per garantire l’impermeabilità. Anche il vano batterie deve essere aperto e richiuso con precisione, in modo da avere un perfetto contatto elettrico. Tutte le fasi di sostituzione della pila, sono indicate chiaramente sul manuale di istruzioni.

 

LA GAMMA DEI MODELLI SOLSUNO

Il modello provato in questa recensione è il SOL/704, con cinturino in pelle e cassa in acciao lucido. Si tratta di un modello molto versatile, perché il cinturino può essere sostituito dall’utente con uno di tipo diverso.

La gamma SolSuno si arricchisce di numerosi altri orologi, anche in versione da donna. Di questi desidero segnalare il SOL/700, disponibile in titanio e più sottile degli altri e il SolSuno Stealth, super resistente e subacqueo fino a 100 metri. Gli altri modelli sono illustrati sul sito ufficiale del produttore.

 

CONCLUSIONI

Dall’epoca in cui l’unico riferimento per misurare il tempo era la luce del sole, abbiamo inventato numerosi strumenti per catturare gli istanti che passano. I più precisi, gli orologi atomici, guardano l’universo infinitamente piccolo che costituisce la materia.
Il SolSuno è l’orologio da polso che riporta la luce al centro del nostro tempo, senza trascurare l’evoluzione tecnologica. Una meridiana digitale in cui sole e stelle sono rappresentati dai LED, microscopici emettitori di fotoni, che colorano i momenti importanti della nostra vita. Con al polso un simile gioiello, tutte le volte che vorremo sapere “che ora è”, verremo caricati dalla forza positiva della luce colorata.

Di seguito alcuni link utili:

Sito ufficiale inglese:
http://www.solsunotime.com/
Ordini e rivenditori internazionali autorizzati:
http://www.solsunotime.com/frameset_4.htm

Gli inventori del sistema SolSuno:
http://www.solsunotime.com/meettheinventor.htm

 

Solsuno in Spagna:
http://www.solsunotime.com/ssite.htm

Solsuno in Italia:
http://www.solsunotime.com/itasite.htm

Categorie:RECENSIONI Tag: , , , , ,

HP Photosmart 385

28 luglio 2009 Nessun commento

photosmart_idx

 

Supercompatta, dotata di lettore multiplo per schede di memoria, funziona anche
a batterie, si connette via USB e Bluetooth, possiede una notevole qualità di
stampa, non ha bisogno del PC per funzionare. Queste in sintesi le
caratteristiche della soluzione HP per la stampa fotografica portatile. Un
accessorio pensato per chi vuole provare l’emozione della stampa di piccolo
formato anche in viaggio. VISTA DI INSIEMELa Photosmart 385 ricorda la forma di un tostapane, con linee arrotondate e
aspetto solido e compatto. Sulla parte superiore ci sono i pulsanti di controllo
e il display LCD a colori. I due sportelli anteriore e posteriore proteggono
dalla polvere gli slot per le schede di memoria e i rulli di stampa.

La dotazione standard prevede l’alimentatore di rete, una cartuccia di
inchiostro a colori, una schedina di memoria tipo SD da 32 Mb, un kit di carta
fotografica di vario formato, i manuali, il software di gestione per PC.

Chi desidera la connessione wireless, può acquistare il dongle Bluetooth USB,
che si inserisce nella porta PictBridge anteriore e si illumina di blu quando
trasferisce i dati.Il tasto di acceso/spento ha la duplice funzione di attivare il dispositivo e di
sbloccare gli sportelli anteriore e posteriore e il display. Occorre premerlo a
fondo fino a sentire un leggero scatto.

Il pannello anteriore ospita gli slot per i più diffusi formati di memoria, tra
i quali il Compact Flash di tipo II, usato dai Microdrive.L’inserimento della cartuccia di inchiostro è semplicissimo. Si apre lo
sportello laterale, si inserisce la cartuccia nel vano fino a sentire uno scatto
di blocco, si richiude. Tutte queste operazioni vengono segnalate dal display
della stampante, che guida l’utente in modo impeccabile. INCHIOSTRO A PROVA DI ETA’Gli inchiostri “Vivera” usati da questa stampante sono studiati per non sbiadire
a contatto con la luce e gli agenti atmosferici. Conservano intatta la loro
lucentezza per decine di anni e garantiscono una durata superiore a quella delle
tradizionali fotografie da pellicola.

Sono disponibili cartucce a colori in tricromia e la bellissima cartuccia a toni
di grigio, ideale per gli appassionati del bianconero.La qualità di stampa è notevole per una cartuccia a soli tre colori. Le immagini
di prova non possono essere valutate sul monitor di un computer, ma vi assicuro
che offrono una profondità tonale e una definizione decisamente inusuali per una
stampante compatta. Sono possibili stampe “al vivo” cioè senza bordi e stampe
panoramiche, con tempi di stampa dell’ordine dei 90 secondi per il classico
10×15.ACCESSORI DISPONIBILIOltre al sistema Bluetooth, la Photosmart può essere completata con utili
accessori per l’uso in mobilità. La batteria agli Ioni di Litio
garantisce una autonomia di circa 70 fotografie di vario formato e mantiene la carica quando non viene usata.L’alimentatore per auto si connette alla presa per accendisigari e ricarica
anche la batteria della stampante. Viene fornito con uno spinotto adattatore per
vari prodotti HP.Per finire, la borsa in tela impermeabile, con una tracolla di ottima qualità.
Contiene tutti gli accessori e offre una protezione sicura per il trasporto. IL LETTORE DI SCHEDE SU PCIl lettore di schede della stampante, viene visto dal sistema come una normale
periferica di archiviazione, separata dalla stampante. Nella tray area (la zona
accanto all’orologio) vengono visualizzati i simboli della scheda di memoria e
la stampante. Questa caratteristica permette di usare la Photosmart come un
normale dispositivo di lettura e scrittura delle schede, di grande versatilità.
Il card reader funziona solo a stampante accesa. LA STAMPA SENZA COMPUTERGrazie al display LCD da 2,5 pollici e alla perfetta ergonomia dei menu, si
possono stampare e modificare le foto, direttamente dalla scheda di memoria o
dalla fotocamera (tramite interfaccia PictBridge). La selezione delle stampe e
le varie azioni sono chiaramente indicate sui pulsanti, tanto da non richiedere
la consultazione del manuale. Sono disponibili numerose funzioni tra cui la
rimozione degli occhi rossi e la correzione dell’esposizione. Una caratteristica
interessante è la possibilità di stampare i singoli frame da un file video
presente su scheda in vari formati (MJPEG, QuickTime, MPEG1).

STAMPARE COL CELLULAREChi dispone di uno smartphone Nokia 6600 (o altri modelli compatibili), può
stampare direttamente dal telefono tramite la connessione Bluetooth. Occorre
associare al telefono la stampante, che viene vista come una normale periferica
Bluetooth.L’utilità di Stampa fornita assieme al Nokia 6600 è stata progettata in
collaborazione con HP, quindi funziona alla perfezione. Si seleziona la foto
dalla Galleria di immagini e si invia in stampa.Il risultato è una scheda con tutti i dati della foto e al centro il nostro
capolavoro! IL SOFTWARE PER PC E MACLa periferica si connette al PC (o al Mac) con il cavetto USB (oppure via Bluetooth se
anche il PC è dotato di questa interfaccia). Lo slot di interfaccia si trova
nello sportello posteriore, vicino alla presa di alimentazione. Dopo aver
connesso il dispositivo occorre installare il software e i driver di stampa,
indispensabili per gestire la periferica.

L’utilità di elaborazione fornita a corredo, offre numerose funzioni per la modifica
e il miglioramento delle stampe. L’interfaccia utente risulta semplice e
intuitiva, senza rinunciare a funzioni avanzate di controllo del colore.Sono disponibili filtri virtuali per trasformare in bianconero una foto a colori
ed esaltare le tinte dei soggetti.La sezione Progetti, permette la creazione di numerosi lavori, pensati anche per
stampanti di grande formato diverse dalla Photosmart 385. Merita una segnalazione
la creazione dei panorami, ottenuti in totale automatismo con la
semplice selezione di fotografie adiacenti.Dodici foto scattate a mano libera con il sole al tramonto, sono state incollate
assieme alla perfezione, ritagliate e corrette in modo da avere una
esposizione costante e senza salti. Il risultato è notevole.Il driver di stampa è completo di numerose funzioni, tra cui la stampa senza
bordo e l’anteprima di stampa a livello nativo (cioè senza bisogno di un
software di fotoritocco).

La stampante e le altre periferiche HP presenti, sono controllate dal pannello
HP Director, che gestisce scanner e fotocamere digitali. CONCLUSIONIUna stampante ideale per chia ama viaggiare e toccare con mano le proprie
fotografie. Le ampie doti di connettività e la qualità di stampa consigliano
questo prodotto a tutti coloro che desiderano un sistema di stampa compatto e
semplice da usare da tenere in un angolo della scrivania o da portare a tracolla
durante le proprie avventure.

La recensione è stata pubblicata sul portale Tom’s Hardware Guide Italia al seguente link:

http://www.tomshw.it/consumer.php?guide=20060525

E’ consigliabile far asciugare per qualche minuto
le foto prima di metterci le dita sopra e causare brutte impronte. Le
foto vanno comunque conservate in luogo aciutto e al riparo dalla luce
per preservare al meglio la freschezza dei colori e la carta di stampa.
Se volete esporre le foto, stampate una doppia copia per conservarla.
Focus su PictBridge

L’interfaccia PictBridge è uno standard di comunicazione tra le
fotocamere e le stampanti. Permette di stampare direttamente senza usare
il computer. La connessione avviene con un normale cavetto seriale (ad
esempio USB) e usa un protocollo di comunicazione comune a tutte le
periferiche PictBridge. La stampa avviene direttamente dalla fotocamera
digitale, usando i propri menu. Numerose azienda supportano PictBridge,
tra cui: Canon, HP, Kodak, Olympus, Nikon, Pentax, Sony, Casio, ecc.