Archivio

Posts Tagged ‘digitale’

Il connettore HDMI

13 novembre 2009 1 commento

hdmi_idxCiò che la SCART ha rappresentato per il mondo della televisione analogica, viene realizzato oggi dalla connessione digitale HDMI.

High Definition Multimedia Interface, un solo cavo per trasportare segnali video ad alta definizione assieme a numerosi canali audio di elevata qualità. Un cavo con il quale tutti avremo a che fare per connettere tra loro le sorgenti digitali multimediali.

Vediamo da vicino come funziona lo standard e le connessioni HDMI.

Inventata da un gruppo di aziende nel settore Consumer Electronics (sotto il marchio HDMI.org) , l’interfaccia HDMI permette di sfruttare al meglio le caratteristiche dei monitor ad alta definizione e delle sorgenti digitali, in modo semplice e sicuro. La semplicità di connessione è garantita da un sistema di comunicazione tra i dispositivi, attraverso lo stesso cavo HDMI. I monitor e le sorgenti audiovisive, dialogano tra loro e si scambiano informazioni sul formato da visualizzare, il tipo di video e di audio, il numero e il tipo di apparati connessi, ecc. Inoltre, l’interfaccia HDMI è compatibile con lo standard DVI, usato nel settore informatico, che trasporta solo segnali video senza audio.

In pratica è possibile un controllo multiplo di numerose sorgenti di segnale a partire da un solo dispositivo, con la migliore qualità disponibile, senza configurazione manuale. Anche lo stato acceso/spento di un dispositivo può essere controllato via interfaccia HDMI. Il concetto di Plug & Play applicato alla multimedialità di alto livello.

Tra le caratteristiche dell’interfaccia, la protezione anti copia dei segnali ad alta definizione. Il sistema HDCP (High-bandwidth Digital Content Protection) viene utilizzato per criptare le informazioni tra sorgente e monitor, in modo da impedire la registrazione da parte degli utenti. Se un dispositivo che usa HDCP viene connesso a un monitor che non rispetta lo standard, il segnale viene automaticamente degradato al livello di un comune DVD.

I cavi HDMI sono abbastanza compatti e usano un connettore semplice da maneggiare. Esistono 4 tipi di connettore di tipo maschio e femmina, progettati per esigenze specifiche.

hdmi_micro

  • Il più usato è il TIPO A che possiede 19 contatti ed è presente su quasi tutti i moderni TV digitali (dimensioni: circa 14 x 4,5 mm)
  • Il TIPO B è la versione estesa con 29 contatti, non molto diffuso, usato per i segnali ad altissima definizione (dimensioni: circa 21 x 4,5 mm)
  • Il TIPO C ha gli stessi 19 contatti del connettore standard di tipo A, ma è più piccolo, usato per i dispositivi portatili e compatti (dimensioni: circa 10,5 x 2,5 mm)
  • Il TIPO D è una novità recente, viene chiamato Micro HDMI e ha dimensioni simili al connettore Micro-USB, adatto per telefoni smartphone, microcomputer, ecc. (dimensioni: circa 6,5 x 3 mm)

hdmi_cable_2

hdmi_socket

Per trasportare segnali dell’ordine dei Gigabit al secondo occorre tenere sotto controllo le interferenze elettromagnetiche. Il segreto per contenere le dimensioni e il costo dei cavi è racchiuso nel sistema di trasmissione dei segnali, che permette di usare comuni cavetti intrecciati (del tipo usato nelle LAN con l’interfaccia Ethernet) con una schermatura leggera. Per limitare il crosstalk (cioè il passaggio di una parte di segnale tra un cavo e un altro) tra i segnali che transitano nel cavo, viene usato il sistema TMDS (Transition Minimized Differential Signaling) un metodo per ridurre al minimo le transizioni tra 0 e 1 presenti nei flussi digitali (flussi binari, formati da sequenze di zero e uno).

Ma quanto può essere lungo un cavo HDMI? In generale una lunghezza di 5 m rappresenta il limite per evitare malfunzionamenti. Esistono cavi di qualità migliore che permettono di arrivare fino a 10-15 metri, ma il loro costo sale notevolmente.

In alternativa, per coprire distanze maggiori, si possono usare i ripetitori di segnale HDMI, che amplificano e ripuliscono i segnali. Occorre fare attenzione ad acquistare un ripetitore di segnale HDCP-compliant, cioè compatibile con il meccanismo di protezione anticopia, per evitare la brutta sorpresa di ottenere un segnale degradato.

av_hdmi_receiverCome per le interfacce USB, sono disponibili anche gli HUB HDMI, dispositivi che moltiplicano il numero di porte HDMI disponibili, a partire da una connessione principale. Gli HUB sono dotati di telecomando, in modo da selezionare le varie sorgenti di segnale.

Molti sistemi di amplificazione audio-video, hanno già una serie di ingressi HDMI, per connettere diversi flussi digitali.

Le connessioni dei dispositivi HDMI prevedono l’uso di tre canali indipendenti (TMDS CHANNEL 0, 1 e 2) per ogni componente di colore RGB. Assieme ai segnali video viaggiano anche i canali audio, fino a 8, secondo le attuali specifiche. Tutti i segnali sono digitali non compressi, per una esperienza multimediale senza compromessi. Il protocollo HDMI supporta tutti i principali standard televisivi e può adattarsi a numerose configurazioni di segnale. Tra le varie opzioni è importante il SACD per l’audio di altissima qualità. Anche i computer dotati di interfaccia HDMI possono connettersi tranquillamente ai monitor digitali HDMI, in questo caso la risoluzione video viene impostata automaticamente.hdmi_pinout

Oltre ai segnali audio-video, sono presenti due connessioni per il dialogo tra i dispositivi. Il CEC (Consumer Electronics Control) permette di inviare comandi a tutti i dispositivi interconnessi, a partire da un unico dispositivo di controllo. Il DDC (Display Data Channel) è un BUS che serve a comunicare le caratteristiche tecniche dei monitor, ai vari dispositivi HDMI, in modo da scegliere la risoluzione video e la qualità migliore.

Il contatto HOT PLUG, serve a rilevare l’inserimento o la disconnessione di un dispositivo, in modo da avere sotto controllo tutte le unità digitali attive.

Dalla figura, relativa a un connettore di Tipo A,  si possono osservare anche le schermature GND (Ground), per i vari gruppi di contatti.

Uno dei pregi della tecnologia HDMI è la continua evoluzione delle sue caratteristiche tecniche. A partire dal 2002, quando è stata rilasciata la versione 1.0 delle specifiche tecniche, sono state introdotte nuove funzionalità e la risoluzione video è aumentata di continuo. La versione 1.4, prevede una risoluzione video di ben 4096 x 2160 pixel, con una velocità dei dati fino a oltre 10 Gbit/s.

Ci sarebbe molto da scrivere, per apprezzare a fondo le possibilità di interconnessione e di controllo offerte dalla interfaccia HDMI, dai sistemi domestici ai moderni teatri digitali. Attendo i vostri commenti e suggerimenti.

Categorie:NEWS Tag: , , ,

Yes Watch

28 luglio 2009 1 commento

yes_idx_sm
 

 

 

 

E’ difficile trovare orologi digitali dal design elegante. Lo YES Watch smentisce questa abitudine
a partire dalla scatola. Un cofanetto in legno pregiato lucido, dotato di serratura e rifinito con parti di metallo e
tessuto. L’interno è suddiviso in tre parti: al centro l’orologio, ai lati due vani coperti che contengono
gli accessori.

Il manuale di istruzioni è contenuto in una tasca contraddistinta dal logo. L’orologio è protetto
da una pellicola trasparente per preservarlo dalla polvere e dall’umidità.
All’interno dei due vani laterali troviamo la chiave, una dotazione completa di strumenti di orologeria, un set di due cinturini in pelle e in gomma per chi vuole personalizzare l’orologio.

 

L’aspetto dell’orologio è imponente. Il corpo in titanio e le finiture miste lucido/satinato, conferiscono una indubbia eleganza e un piacevole accostamento con qualsiasi abbigliamento. La ghiera rotante è incisa con le 24 ore e suddivisa in due parti (bianco/nero) per segnalare l’equinozio; alle ore 12 e alle ore 24 sono incastonati due cristalli che simboleggiano sole e luna. Il vetro in cristallo zaffiro di ottima trasparenza è montato con precisione; il quadrante LCD è ben leggibile in qualsiasi posizione
e possiede una retro illuminazione fluorescente verde; la lancetta analogica di forma originale ha il simbolo sole-luna al centro e un fosforo verde per la visione al buio. I quattro pulsanti e la manopola di regolazione offrono un feedback gradevole e una forma arrotondata che protegge la pelle dalle abrasioni; su uno dei lati è inciso un’elegante logo “yes”. La cassa è lucidata a specchio con le serigrafie del tipo di orologio e l’indicazione della massima pressione di tenuta stagna. Ogni orologio è numerato individualmente e garantito per due anni.

 

IL KIT DELL’OROLOGIAIO

Grazie agli strumenti di precisione forniti con l’orologio, è possibile regolare il cinturino in titanio, senza ricorrere a un laboratorio specializzato. Le fasi operative per smontare e accorciare il cinturino, sono indicate chiaramente sul manuale. Con gli attrezzi a disposizione si può anche sostituire il cinturino originale con quello in pelle o in gomma.
Se non si ha dimestichezza con i lavori di precisione è consigliabile rivolgersi a un orologiaio per evitare di graffiare le parti in metallo.

USO E FUNZIONAMENTO

Lo YES Watch è una mirabile sinergia tra mondo digitale e mondo analogico. La lancetta delle 24 ore, scandisce il tempo astronomico in modo analogo (di qui deriva il termine “analogico”) alla rotazione della Terra. L’orario si può leggere sul disco orario interno (suddiviso in 12 ore antimeridiane e 12 ore postmeridiane), oppure si può usare la ghiera rotante che è suddivisa in 24 ore. La ghiera può essere allineata su un diverso fuso orario per avere l’orario di due località.
Il quadrante a cristalli liquidi mostra l’orario in forma digitale nei sistemi 12 o 24 ore. Sono disponibili due fusi orari che vengono indicati dalle scritte HOME e AWAY.
Sul disco esterno del quadrante LCD si legge l’orario lunare: l’inizio della zona chiara indica il sorgere della luna, la fine della zona
chiara indica il tramonto della luna.
Il disco interno del quadrante è diviso in spicchi: l’inizio della zona chiara indica il sorgere del sole, la fine della zona chiara indica il tramonto del sole. Il cerchio lunare posto in basso, indica le fasi della luna: osservandolo, si
ha un segnale visuale delle porzioni di luna illuminata e in ombra.

Per impostare l’orario analogico si usa la manopola C che controlla la lancetta delle 24 ore. L’orario digitale e tutte le funzioni del computer si impostano con i tasti M, L, S, B, seguendo le indicazioni alfanumeriche riportate sul display. L’orologio digitale può essere disattivato premendo due volte il pulsante B, per vedere solo il ritmo di sole e luna.

SOSTITUZIONE E DURATA DELLE PILELo YES Watch è alimentato con due pile al litio diverse, tipo CR2032 per la parte digitale e V346 per il movimento analogico al quarzo.
La durata delle pile è di circa 2 anni per l’elettronica e il display, circa 5 anni per la meccanica analogica. La doppia batteria
è una sicurezza in più per avere sempre l’orologio funzionante.IMPORTANTE: Per la sostituzione delle batterie occorre rivolgersi a un laboratorio specializzato, qualificato per gli orologi subacquei.

 

FUNZIONI DISPONIBILI

DATA E ORARIO ESTERO
Premendo una volta il pulsante S viene visualizzata la data (giorno, mese, giorno della settimana).
Premendo due volte il pulsante S si passa dall’orario locale al secondo fuso orario. Le indicazioni sul sole e sulla luna cambiano in tempo reale.

SEQUENZA DEI DATI
A partire dall’orario corrente visualizzato, si possono avere numerose informazioni sul display LCD. Dopo avere premuto il pulsante S per 3 secondi si attiva la visualizzazione sequenziale dei seguenti dati:
Località (ROME, LONDON, ecc.) – Anno (YR) – Giorno dell’anno (DOY) – Settimana dell’anno (WK) – Coordinate geografiche (Latitudine e Longitudine) – Sole che sorge (SR) – Massima illuminazione del sole (SN) – Sole che tramonta (SS) – Percentuale di luce lunare – Luna che sorge (MR) – Luna che tramonta (MS) – Luna nuova (NM) – Luna piena (FM).

CALCOLATORE PASSATO E FUTURO
Premendo 7 volte il pulsante M si accede alla funzione SM-CALC, per conoscere i dati di sole e luna relativi a luogo e data impostati dall’utente. Questa visualizzazione non influisce sull’orario normale, me è molto utile per gli appassionati di astronomia o astrologia.

CONTO ALLA ROVESCIA PET (Phase Elapsed Time)
Un sistema usato dalla NASA per lanciare le astronavi, che permette di pianificare una scadenza nel corso degli anni. Si attiva premendo 8 volte il pulsante M e si impostano anno, data, minuti e secondi, fino a 9999 giorni! Viene visualizzato il numero di giorni all’evento, il numero di ore mancanti rispetto all’ora dell’evento, per ogni giorno. Si possono impostare anche scadenze nel passato, per avere informazioni sui giorni trascorsi. Una freccetta posta accanto alle indicazioni ci avverte se stiamo viaggiando nel futuro o nel passato.

ALLARMI ACUSTICI DISPONIBILI
Sono disponibili due tipologie di allarmi sonori. L’allarme orario tradizionale e l’allarme solare. Col il pulsante S si possono attivare gli allarmi. Quando sul quadrate è impostato il simbolo del sole, viene emesso un allarme mezz’ora prima e al momento di alba e tramonto del sole.

CRONOMETRO E TIMER
Due funzioni sempre utili, per seguire lo scorrere del tempo. Il cronometro dispone anche di tempi parziali, il timer si programma in minuti e secondi con allarme a fine tempo.

SOLSTIZIO, EQUINOZIO E CROSS QUARTER DAY

Durante il Solstizio d’estate e d’inverno e durante i due equinozi di primavera e autunno, il display dell’orologio si trasforma in display solare. Ogni 30 minuti viene visualizzato e lampeggia il nome dell’evento.
I cross quarter sono i giorni di mezzo tra gli equinozi e i solstizi. Nel passato avevano grande valore per l’agricoltura e la vita spirituale di molte popolazioni, come ad esempio i Celti. Ancora oggi questi periodi vengono osservati per celebrare riti o ricorrenze legate ad antiche tradizioni. Durante i Cross Quarters, il display dell’orologio si trasforma in display solare. Ogni 30 minuti viene visualizzato e lampeggia il nome dell’evento (IMBOLC, BELTAINE, LLAMAS, SAMHAIN).

ORA LEGALE PROGRAMMABILE

L’Ora Legale (Daylight Saving Time, DST) è frutto di convenzioni politiche dei vari stati. Nel mondo ci sono diversi sistemi DST, che hanno data e ora di inizio e fine differenti; alcuni stati non hanno nessun DST. Per avere il massimo controllo su questo parametro, l’orologio YES permette di modificare a mano i periodi di ora legale, per una determinata località. In genere non occorre, perché le 583 città memorizzate hanno dati consolidati e attendibili.
Per semplificare l’impostazione dell’orario su scala mondiale, una lista completa delle località e dei parametri di tempo (incluse le coordinate geografiche)
è inclusa nel manuale di istruzioni. Alla fine del manuale è presente una mappa con i fusi orari dettagliati. La versione poster di questa mappa
è disponibile al seguente link:
http://www.yeswatch.com/images/time_zone_map_big.jpg

 

LA BUSSOLA COL SOLE

Grazie alle informazioni sul periodo di illuminazione solare è possibile trovare il Sud e conoscere la propria posizione. Con la ghiera rotante si allinea la “pietra del sole” a metà della zona di luce indicata sul display. Adesso si punta la lancetta analogica verso il sole, tenendo l’orologio parallelo al suolo. La linea che unisce le due pietre sole e luna della ghiera è il nostro ago della bussola virtuale: il Sud è indicato dalla pietra del sole, il Nord è indicato dalla pietra della luna.
Questo metodo funziona nelle giornate di cielo sereno, quando il sole è ben visibile, ma si può usare anche con le nuvole: si
pone un chiodo perpendicolare al centro del quadrante e si guarda l’ombra proiettata; la lancetta va orientata in direzione speculare rispetto all’ombra.

Con la stessa filosofia di funzionamento possiamo conoscere i periodi di marea. Si allinea la “pietra della luna” a metà della zona di luce della luna. I periodi di alta marea si hanno quando la lancetta analogica coincide con le pietre del sole e della luna, la bassa marea si ha nelle zone di transizione giorno/notte della ghiera.
La misura delle maree dipende molto dalla geografia del territorio,
quindi le indicazioni sono solo indicative e possono discostarsi in modo rilevante dalla realtà.

 

L’AZIENDA E L’IDEA

Gli orologi YES sono prodotti dalla Wild Seed Inc. con sede in California, USA. Lo stile innovativo e il principio di funzionamento
sono frutto dell’esperienza di Bjorn Kartomten, amministratore della Wild Seed, designer e ideatore dell’orologio.
Lo YES è un prodotto che semplifica la vita di chi viaggia e allo stesso tempo avvicina l’utente ai ritmi universali del sole e
della luna. Quindi un approccio pratico ma anche spirituale, nella certezza che l’ambiente in cui viviamo, influenza le azioni e
lo stato d’animo di ognuno di noi in maniera determinante.

 

LA GAMMA DI PRODOTTI YES

Il modello in prova, lo ZULU, fa parte di una serie di orologi, che condividono lo stesso funzionamento e offrono variazioni di stile sul cinturino e sulla struttura dell’orologio. Anche la ghiera è disponibile in tre versioni dotate di originali indicazioni su orario, sole e luna.
Tra i numerosi modelli, il TATI è pensato per la donna, con una linea affusolata e il braccialetto in pelle chiara che contiene il corpo dell’orologio. In alto e in basso sul quadrante, i simboli a rilievo del sole e della luna, completano un oggetto dal design raffinato e moderno.

 

CONCLUSIONI

Gli utilizzatori potenziali dell’orologio YES sono numerosi. Chi viaggia spesso può contare sui fusi orari personalizzati e
impostare le coordinate geografiche del luogo di destinazione; gli astronomi possiedono un computer da polso per conoscere in
anticipo le notti senza luna e osservare le stelle; gli appassionati di fotografia possono pianificare le albe e i tramonti per
avere foto suggestive; i pescatori hanno uno strumento per seguire le fasi lunari che hanno grande influenza sulle creature marine;
le forze dell’ordine e i militari possono sfruttare la luce lunare o la completa oscurità per le loro operazioni;
chi viaggia in aereo può scegliere il momento giusto per il volo a vista; i cultori dell’esoterismo e delle antiche religioni
hanno un potente strumento per guardare il comportamento dei due corpi celesti sole e luna.
Uno strumento di precisione fatto per durare nel tempo, da collezionare, da regalare, da regalarsi, per vivere più vicini al respiro del cosmo.

Di seguito alcuni link utili:

Homepage del produttore:
http://www.yeswatch.com/

La gamma completa di prodotti:

http://www.yeswatch.com/wrist-watch/timekeeper/timekeepers.html

Rivenditori Internazionali:

http://www.yeswatch.com/wrist-watch/timekeeper/international.html

FAQ e Istruzioni d’uso:

http://www.yeswatch.com/wrist-watch/timekeeper/faq.html

Contatti e Posta elettronica:
http://www.yeswatch.com/wrist-watch/timekeeper/contactus.html

Pegasus Mobile Notetaker

28 luglio 2009 Nessun commento

note_idx_sm

 

La scatola illustra a colpo d’occhio una tipica situazione di uso del dispositivo, in aereo. Al suo interno ci sono tutti i componenti del sistema: Il sensore di posizione e visualizzatore di scrittura (RICEVITORE), la penna elettronica (TRASMETTITORE), la cartuccia di inchiostro, il cavetto USB per la connessione al PC, le batterie, i CD con i driver e i programmi di gestione, una guida rapida per la messa in opera del sistema.

 

Per usare il Mobile NoteTaker non serve il computer. Grazie al display a cristalli liquidi presente sul Ricevitore, si può guardare l’immagine digitale di ciò che scriviamo, con funzioni di zoom e spostamento dinamico. Cinque pulsanti di navigazione e cinque pulsanti “virtuali” programmabili, controllano le funzioni di acquisizione della scrittura e gestione dei degli appunti digitali.Il Ricevitore è dotato di una memoria interna che memorizza tutti gli appunti a mano libera.

Una caratteristica che rende molto versatile il Mobile NoteTaker è la scrittura su carta comune. Si possono usare tutti i tipi di carta o cartoncino, anche colorati o prestampati (ad esempio block notes). Il foglio di carta può avere formato massimo A4 (210 mm x 297 mm), ma naturalmente può essere più piccolo. Vanno bene anche disegni o fotografie, che possono essere usati per digitalizzare a ricalco.

 

MESSA IN OPERA

La prima cosa da fare è inserire le batterie nel Ricevitore e nella Penna elettronica. I tipi di batterie usati sono AAA (ministilo) per il Ricevitore e SR41 (pila all’ossido di argento, molto usata in orologeria) per la Penna.
L’inserimento delle pile non presenta difficoltà particolari. Occorre fare attenzione a rispettare la giusta polarità, come indicato nei vani batteria e sulla guida rapida. Il Ricevitore ha un coperchio che si sfila con una leggera pressione. Per la penna occorre svitare il tappo posteriore e richiuderlo senza serrare troppo.
Dopo aver inserito le pile si spinge la cartuccia di inchiostro nella parte anteriore della penna, fino in fondo ma senza forzare. La cartuccia è un refill che si trova facilmente in commercio, per rimuoverla si usa l’estrattore montato sul tappo della penna.
Per accendere il Ricevitore, si tiene premuto per due secondi il pulsante On/Off. Lo stesso per spegnerlo. Dopo aver impostato la data e l’ora, il sistema è pronto.

Non occorre nessuna calibrazione. Serve solo un foglio di carta comune, da fissare nelle ganasce del Ricevitore. Per scrivere occorre premere sul foglio la punta della penna, in modo da attivare la trasmissione degli impulsi. Il display LCD monocromatico, fornisce un feedback immediato della scrittura con ottima precisione.

Per avere un riconoscimento del tratto preciso, occorre esercitare una pressione costante e naturale sul foglio. Non serve premere
con forza.

COME FUNZIONA

La Penna Elettronica trasmette impulsi al dispositivo di acquisizione (Ricevitore). Grazie ad un sofisticato sistema ad ultrasuoni, gli impulsi vengono convertiti in posizione sul foglio e codificati in formato digitale. Questo processo avviene in tempo reale, quindi è possibile scrivere in modo naturale anche rapidamente. La precisione del tracciamento è di 100 dpi (punti per pollice), pari a 254 punti per centimetro, un valore molto elevato che garantisce una notevole fedeltà di riproduzione del tratto di inchiostro.

Il sistema di rilevamento non viene influenzato dalle interferenze radio e risulta molto affidabile in qualsiasi condizione d’uso, anche se il foglio
viene inclinato. L’attivazione della Penna avviene solo quando è premuta sul foglio, questo garantisce una notevole autonomia delle batterie.
Anche il Ricevitore ha un sistema di risparmio energetico, che lo spegne dopo alcuni minuti di inattività.

 

MODI DI FUNZIONAMENTO: MOBILE E CONNESSO

Il Mobile NoteTaker può funzionare senza connessione al computer oppure essere collegato al PC tramite interfaccia USB. In modalità Mobile
tutte le funzioni vengono gestite con i pulsanti di navigazione e virtuali. Per attivare un pulsante virtuale, si preme la Penna nel foro
corrispondente. Un lampeggio rosso, conferma la selezione. Tutti gli appunti vengono marcati con data e ora e memorizzati con un numero progressivo. La memoria del dispositivo può contenere fino a 50 pagine di scrittura, che
possono essere visualizzate sul display LCD. Il contrasto del display può essere regolato per garantire una visualizzazione ottimale.
I menu di navigazione e configurazione sono comprensibili e sono disponibili in numerose lingue.

Quando si connette al PC, il Mobile NoteTaker funziona in modalità Connessa. Gli appunti digitali vengono scaricati automaticamente nel programma
di gestione Note Manager e possono essere cancellati dalla memoria del Ricevitore. In modalità Connessa si può attivare il riconoscimento della scrittura
e disegnare direttamente su computer. Il programma MyScript Notes attiva un clipboard virtuale che funziona come un foglio di carta sul monitor. Tutto ciò che viene scritto può essere salvato, modificato, e può essere attivato il riconoscimento della scrittura a partire dal testo digitalizzato.
I documenti importati in MyScript Notes possono essere convertiti in vari formati, tra cui il Rich Text e il formato nativo di Word.

E’ importante selezionare il linguaggio adatto per il riconoscimento. Questo migliora molto la precisione perché vengono usati algoritmi che si adattano al modo di scrivere e concatenare le parole per il determinato linguaggio.

 

La modalità Connessa, permette anche modificare le impostazioni del Ricevitore e dei tasti virtuali e di programmarli, ad esempio, per l’invio automatico di una E-mail
con il documento scritto a mano.

INTEGRAZIONE CON OFFICE

Una caratteristica di rilievo del Mobile NoteTaker è la possibilità di scrivere direttamente nei documenti Microsoft Office.
Dopo avere installato il software Annotator, una nuova barra degli strumenti appare nei programmi della Suite Office. Per scrivere con la Penna Elettronica, si seleziona Ink On con il mouse. Si posiziona il cursore nella zona in cui si vuole scrivere e poi si scrive sul foglio di carta del Mobile NoteTaker. Tutto ciò che si scrive viene tracciato nel documento corrente.
La possibilità di inserire schizzi a mano libera in un documento Word, in un messaggio di posta elettronica di Outlook, nelle slide di PowerPoint, rendono molto creativo
lo scambio di informazioni.
In più, il Mobile NoteTaker può essere integrato in OneNote, l’applicazione Microsoft per organizzare gli appunti. La versatilità di questa soluzione
dimostra l’ottimo livello di integrazione raggiunto da Pegasus.
Un’altro software incluso nei CD di installazione, il Pen2text, permette di trasformare la scrittura a mano libera, in testo Word, utilizzando
il sistema di input nativo di Microsoft.

INSTALLAZIONE DEL SOFTWARE

Per usare il Mobile Note Taker connesso al PC è necessario installare il software di controllo contenuto nel disco Pegasus Software Suite (colore blu). L’installazione è automatica, si inserisce il disco e si seguono le indicazioni. Viene chiesto di collegare il cavetto USB del dispositivo di acquisizione al computer e in pochi minuti tutto è pronto.
All’interno del CD sono presenti il Note Manager, che organizza le note memorizzate nel dispositivo mobile, il Pen2Text e il software Annotator, che permette di integrare le funzioni di scrittura digitale, nei prodotti Microsoft Office.

Il secondo CD (colore giallo) contiene la versione aggiornata di MyScript Notes, il programma di gestione avanzata della scrittura e delle immagini. Questo programma converte la scrittura a mano libera in documenti di testo e riesce anche a riconoscere le forme e a convertirle in grafici vettoriali.

I manuali on-line in formato
Acrobat, sono ricchi di infromazioni e guidano passo
passo l’utente in tutte le operazioni di uso dei
programmi.

 

Per eseguire l’installazione automatica è necessario avere la funzione Autoplay attiva.
E’ importante NON collegare il cavetto USB del Mobile Note Taker, prima di avere installato il software. Gli automatismi di Windows, potrebbero impedire la corretta configurazione dei driver necessari. Il cavetto va collegato quando richiesto dal programma di installazione.

 

L’AZIENDA PEGASUS

Pegasus Technologies Ltd è leader mondiale nei sistemi di input basati sulla scrittura a mano libera. La tecnologia usata nel Mobile NoteTaker, viene usata per controllare computer, PDA, telefoni cellulari in numerosi campi di applicazione. Tutti i prodotti Pegasus sono disponibili sia come accessori separati che come parti elettroniche da integrare nei dispositivi. I computer del futuro avranno tra le loro periferiche, un sistema per riconoscere il tratto e la scrittura. La ricerca di Pegasus procede in questa direzione.

La tecnologia di tracking della scrittura, può essere integrata in qualsiasi applicazione Windows, grazie al kit di sviluppo reso disponibile sul sito di Pegasus.
Il link diretto è:
http://www.pegatech.com/Articles/Article.asp?ArticleID=64&CategoryID=88

CONCLUSIONI

Le idee, le bozze, gli schizzi, gli appunti, nascono e nasceranno ancora per molto tempo su carta. Mobile NoteTaker è un dispositivo per non rinunciare al piacere della scrittura a mano libera, ovunque noi siamo, senza perdere i vantaggi dell’elaborazione digitale.

Di seguito alcuni link utili:

Homepage di Pegasus:
http://www.pegatech.com/

Link diretto per Mobile NoteTaker:
http://www.pegatech.com/Articles/Article.asp?ArticleID=81&CategoryID=98

Supporto tecnico, aggiornamenti software e documenti:
http://www.pegatech.com/TechSupport/TechSupport.asp?CategoryID=11